Breve storia di NOAH

Raccontata da Massimiliana Delù - fondatrice

Sono nata a Milano e sembra che la moda, l’arte e il design mi siano passati direttamente nel sangue e diventati parte della mia vita. Cresciuta poi nella provincia al nord di Milano, in Brianza, insieme ad altri figli di imprenditori e artigiani soprattutto nel campo del mobile, ho imparato vedere e ad apprezzare l’amore, l’impegno, la serietà e professionalità degli artigiani italiani. La scuola d’arte che ho frequentato ha fatto crescere l’amore per l’armonia delle forme e dei colori.

Sono diventata vegetariana all’età di 14 anni e con il tempo è maturata la consapevolezza e il desiderio di non utilizzare più prodotti di origine animale, neanche per i capi di abbigliamento e le scarpe. Il motto imparato da bambina che ho sempre cercato di praticare nella mia vita: “Non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te” valeva e vale per me anche nei confronti della natura e degli animali.

Cercando quindi un’alternativa senza pelle delle belle scarpe italiane che ero solita indossare, mi sono accorta che questa praticamente non esisteva; trovai solo delle scarpe di plastica fatte in Cina e pochissimi modelli prodotti da una ditta inglese che non corrispondevano alle mie aspettative di stile e qualità.

E’ venuto quindi abbastanza naturale il pensiero di creare una linea di calzature vegane dal design e qualità tipico della produzione calzaturiera italiana famosa e amata in tutto il mondo.

Ci sono voluti alcuni anni per costruire una rete di aziende disposte a sperimentare con questi nuovi materiali, che si comportano nella lavorazione in modo differente dalla pelle.

Da ormai 12 anni lavoriamo con le stesse manifatture italiane in un rapporto di rispetto e fiducia che caratterizza anche il clima interno di queste aziende artigianali - tutte a gestione famigliare.

I clienti soddisfatti sono aumentati e aumentano di anno in anno, così come i prodotti che ora abbracciano diverse tipologie di scarpe – dal classico/elegante al casual/sportivo – e gli accessori moda come cinture, borse e portafogli per nominare solo i più importanti.

Il team internazionale di NOAH lavora con passione in un clima sereno e collaborativo seguendo clienti di tutto il mondo.

Siamo persone VERE e vitali che comunicano volentieri. Per questo preferiamo parlare (e scrivere) direttamente con i nostri clienti e non delegare questo bellissimo compito a chatbots e simili.

Spesso mi viene chiesto: "Perché hai scelto il nome NOAH?"
Il motivo per cui ho iniziato questa non facile “avventura” è stato il desiderio di poter offrire un'alternativa alle scarpe in pelle e salvare così la vita a tanti animali. Spontaneamente mi sono venute in mente le immagini di Noè (in inglese e tedesco Noah) e della sua arca. Mi sono piaciute e sono divenute cosí nome e il simbolo del brand.

Siamo felici per ogni prodotto che lascia la nostra azienda e che dà gioia a persone in tutto il mondo che sentono e pensano come noi, accompagnandole per un lungo tempo delle loro vite.